indispensabile,superfluo,gratis,polica,ricette,online,lavoro,consigli,musica,viaggi,download,salute,bellezza,cinema,arte,cultura,sociale,diritti,leggi,sport,poesia,gazzarin,daniele indispensabile-superfluo-avolte-gratis | il superfluo è indispensabile | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

arte
24 gennaio 2012
il tredicesimo apostolo

Il tredicesimoApostolo – Il Prescelto streaming Megavideo è una serie tv di Alexis Sweet. ConClaudio Gioé, Claudia Pandolfi, Stefano Pesce Join Uploading.com today!

download delle puntate

1 episodio - 2 episodio - 3 episodio - 4 episodio - 5 episodio - 6 episodio

Serie TV
Poliziesco
episodi: 7
Italia 2011

GabrielAntinori è un giovane prete e professore universitario di teologia. Amato daisuoi studenti per la sua intelligenza anticonformista, Gabriel si occupa diesplorare i confini fra scienza e fede, studiando il mondo dei fenomenidefiniti paranormali. Mosso dal desiderio di esplorare i misteri della vita,collabora con un’istituzione ecclesiastica che verifica eventi razionalmenteinspiegabili, la Congregazione della Verità. Gabriel non è un investigatoredell’occulto, ma un uomo di fede scevro da pregiudizi e chiusure, che vuolecomprendere il fenomeno che ha davanti soprattutto da un punto di vista umano.Perché è la stessa natura umana ad essere messa in gioco nel paranormale equesto Gabriel lo scoprirà grazie all’incontro con l’affascinante psicologaClaudia Munari. La donna ha un atteggiamento più scettico di Gabriel, credenella potenzialità della mente umana, più che nel divino. Fra di loro scattaun’intesa spiazzante, un’attrazione irresistibile, spontanea e appassionata, mairrealizzabile. La loro collaborazione crea un’alchimia speciale che nasce dalseducente confronto tra razionalità e fede, tra scienza e spiritualità. Insiemescopriranno nuove prospettive per spiegare i misteri che incontreranno sul lorocammino. Gabriel e Claudia affronteranno un viaggio di scoperta, soprattutto dise stessi. Il sentimento che li lega è forte e inevitabile, ma mette indiscussione tutta la loro vita. Gabriel è un esponente del clero destinato auna brillante carriera, ma si troverà dilaniato dalla scelta impossibile fral’amore e i voti cui ha giurato fedeltà. In passato la famiglia Antinori fudistrutta da una drammatica serie di eventi: un incidente che coinvolse ancheil piccolo Gabriel, cresciuto poi con lo zio: Monsignor Demetrio Antinori(Luigi Diberti). Gabriel non ha memoria del suo passato, ma in esso si nascondela chiave per comprendere il suo presente. Poco a poco scoprirà di avere unacapacità paranormale, un dono speciale che gli permette di andare oltre iconfini tra la vita e la morte. Come spiegare e gestire questo potere sarà perGabriel una sfida, non solo con se stesso, ma anche con l’organizzazionesegreta che sta mettendo in atto un misterioso piano che ruota attorno aun’antica Profezia.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. tredicesimo apostolo download

permalink | inviato da Severino Vettorato il 24/1/2012 alle 18:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
cinema
24 dicembre 2011
RED E TOBY


Megaupload .. Link -

Ispirato a un racconto di Daniel P. Mannix, racconta l'anomala amicizia tra Red, volpacchiotto orfano, e Toby, cucciolo di segugio. Cresciuti, gli amici di un tempo sono costretti a trasformarsi in preda e cacciatore, ma la lieta fine è d'obbligo, velata di malinconia.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. red toby disney

permalink | inviato da Severino Vettorato il 24/12/2011 alle 18:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
cinema
24 novembre 2010
DRAQUILA, L'ITALIA CHE TREMA

Draquila - L'Italia che trema

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Draquila - L'Italia che trema
Draquila - L'Italia che trema (2010).png
DOWNLOAD
Interpreti e personaggi

Draquila - L'Italia che trema è un documentario realizzato nel 2010 da Sabina Guzzanti . È stato proiettato in anteprima esclusiva la sera del 5 maggio in Piazza Duomo all' Aquila , a 13 mesi esatti dal sisma . Il 6 maggio 2010 nel talk show AnnoZero vengono mostrate in anteprima immagini tratte dalle scene tagliate del film. È stato presentato fuori concorso al Festival di Cannes il 13 maggio [1] .
Il titolo è stato scelto tra le diverse proposte presentate dai lettori del blog dell'artista [2] .


Trama

Partendo dalla catastrofe del terremoto dell'Aquila del 2009 , il documentario indaga la politica dell'emergenza e del grande evento gestita dalla Protezione Civile , dipinta come un "parastato" in grado di operare al di sopra della legge. Nel film, la comica Sabina Guzzanti , che torna al giornalismo d'inchiesta dopo il precedente Viva Zapatero! , non risparmia critiche all'operato del governo italiano, in particolar modo di Silvio Berlusconi e Guido Bertolaso , denunciando anche l'invisibilità e l'inefficienza dell'opposizione.

Reazioni

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali Sandro Bondi ha rifiutato l'invito al Festival di Cannes con «rincrescimento e sconcerto» poiché «la partecipazione di una pellicola di propaganda, Draquila » avrebbe offeso «la verità e l'intero popolo italiano» [3] . Del declino dell'invito si sono occupate anche la stampa francese [4] e britannica [5] . La Guzzanti ha dichiarato che «il ministro Bondi, a dire il vero, non era stato neanche invitato» [6] e di «aver letto che lui non ha visto neppure il film e se lo è fatto solo raccontare. E questo mi fa provare ancora di più una profondissima vergogna della figura terribile che il nostro Paese fa all'estero grazie a questo nostro governo». Inoltre ha ironicamente reso grazie al governo italiano per la pubblicizzazione involontaria al documentario: «Mi sono detta, se sono intelligenti fanno finta di niente. Invece ci hanno fatto pubblicità gratuita. Abbiamo pensato anche di mandare a Bondi una cassa di champagne. Una cosa davvero strana questo loro comportamento perché tutto gli si può dire, ma sono sicuramente competenti in quanto a comunicazione» [7] .
Il quotidiano francese Le Monde ha definito il film un pamphlet politico in cui la regista, presa dalla rabbia di dimostrare le sue tesi, ha sacrificato alcuni aspetti importanti della realizzazione del film, senza però perdere in ardore. Afferma infatti che «Le dossier à charge est épais, et fait se dresser les cheveux sur la tête» («Il dossier è corposo e fa drizzare i capelli»), aggiungendo però che «Ce cinéma à l'estomac manque souvent de précision et de rigueur, digresse à n'en plus finir, se laisse emporter par la fièvre, au risque de voir ces approximations se retourner contre lui» («Questo cinema viscerale manca sovente di precisione e di rigore, fa digressioni a non finire, si lascia trascinare dalla febbre, al rischio di vedere le sue stesse approssimazioni che gli si ritorcono contro») [8] .


sfoglia
dicembre